Lista Guide Lista Guide

Guide

Filtri : Provincia-Savona 1

sergio gioask ascheri

Cicloguida/Guida

Sono un appassionato del territorio: mi piace percorrere i sentieri della mia zona con la mountain bike e a piedi, conosco tanti sentieri per tanti diversi modi di fare mountain bike, da quelli più tranquilli a quelli di fatica, passando per quelli molto divertenti e quelli dove ci si può fermare a bere e mangiare!

Scuola
Contatti
  • 00393282268382
OnLine

Itinerari

Ecco elencati alcuni itinerari messi a disposizione dai nostri affiliati per sperimentare nuovi percorsi, tracce, viaggi e tours nel Bel Paese con la nostra amata mountain bike.

A partire da 15 Euro
Cicloescursione urbana nella Storia

Cicloescursione urbana nella Storia

Cicloescursione urbana nella Storia : Visitare Lucca in bicicletta, più di un trekking urbano, offre la possibilità di visitare agevolmente i più importanti monumenti della città, le piazze più suggestive e di godere scorci e panorami difficilmente apprezzabili in così poco tempo.Inoltre, vista la densità di siti di interesse l'idea è quella di proporre un percorso "tipo" che possa toccare i luoghi più interessanti ma , vista la facilità dell'escursione sono possibili innumerevoli "deviazioni" e variazioni per poter venire incontro ai desideri di tutti i partecipanti. Lontani dal classico turismo mordi e fuggi pedaliamo per vie alternative e nascoste che soltanto chi la vive conosce .Partenza da piazza s.Maria direzione Piazza S.Frediano con l'omonima chiesa e il suo mosaico della fine del XIII secolo posto sulla facciata, poi in Piazza dell'Anfiteatro che deve il suo nome al fatto che sorge sulle rovine dell'anfiteatro romano e ne mantiene inalterata la forma. Poche pedalate per le strette vie dietro Piazza dell'Anfiteatro e si scorge uno dei simboli della città di Lucca,conosciuto in tutto il mondo che caratterizza lo skyline della città per la sua particolarità; stiamo parlando della Torre Guinigi con la sua alberatura che lo fanno un monumento unico .Quindi andiamo avanti nel tour per vicoli ,piazze monumenti storici e culturali ...insomma una citta' da visitare e scoprire a misura di bicicletta

A partire da 15 Euro
Un'oasi naturalistica senza eguali: il Padule

Un'oasi naturalistica senza eguali: il Padule

Liberta' e silenzio : questa e' la parola d'ordine . Partiamo dalla piazza centrale di Chiesina Uzzanese dove in un angolo vediamo lo Xenodochio , luogo di ristoro per i pellegrini, su una delle varianti della via Francigena. Lungo l'argine del fiume Pescia attraversiamo Ponte Buggianese e passiamo davanti al Santuario della Madonna del Buon Consiglio visitabile per vedere gli affreschi di Pietro Annigoni riconosciuta dal ministero dei beni culturali come chiesa di interesse artistico.Continuiamo e ci inoltriamo fino nel Padule di Fucecchio, area umida ,nota fin dai tempi dei Romani . Pedalando per sentieri , su ponti e lungo strade bianche con davanti a noi il panorama delle colline del Montalbano e suoi Borghi ci immergiamo in un silenzio interrotto solamente dal rumore del vento e dalle voci degli animali che ne hanno fatto il loro habitat. Arrivati all'osservatorio facciamo una sosta a osservare nello specchio d'acqua antistante le numerose specie di volatili.Da li' su richiesta e se disponibile e ' possibile passando dall'antico porto delle Morette andare al centro visita del Padule. Facciamo ritorno per la strada gia' percorsa ma invece che tornare verso casa giriamo a sinistra passando davanti al Grande lago andiamo alla struttura in mattoni della Tabaccaia del prato grande, sigaraia , dimessa a testimonianza di una grande e fiorente attivita' del passato . Attraverso strade asfaltate o sentieri arriviamo all'inbocco dello sterrato che ci portera' di laghetto di Sibolla ,sito di interesse comunitario ;qui' e' possibile vedere fiori e piante d'acqua, essenze arboree sopravissute alle Ere Glaciali e ai mutamenti climatici delle ultime centinaia di migliaia di anni, una vera finestra sulla storia naturale di questa zona umida che rappresenta il piu'integro e importante Biotipo palustre della Toscana.L'escursione terminera' con il ritorno a Chiesina Uzzanese.

A partire da 65 Euro
MONTE ZONCOLAN IN E-BIKE - VIA DELLE MALGHE

MONTE ZONCOLAN IN E-BIKE - VIA DELLE MALGHE

Punto di partenza è la Baita da Rico a ridossso degli impianti di risalita dello Zoncolan - Comune di Sutrio (1290 m). Dalla Baita da Rico risaliremo i pendii erbosi della pista da sci n.4 e giungeremo sulla vetta del monte Zoncolan (1750 m), (la famosa più delgiro d’Italia). Svolteremo a sinistra imboccando il tracciato forestale che conduce alla via della malge per toccare Malga Tamai, Malga Agareit poi Malga Meleit e infi ne Malga Dauda. Lungo il tracciato che andremo a percorrere, si potrà ammirare la Valle del But a nord e a sud la pianura friulana con lo sguardo che si perde fi no al mare Adriatico; ci snoderemo lungo le pendici dei monti Arvenis e Tamai, da qui si potrà ammirare la vastità dell’altopiano di Lauco. All’altezza di Malga Meleit si prende a sinistra e si continua lungo il tracciato che prosegue lungo le pendici del MonteDauda; giunti poi nei prati antistanti Malga Dauda si prosegue fi no al bivio e si imbocca la strada sterrata a sinistra che attraversando il bosco secolare, ci conduce a Noiaris, in leggera discesa. Da Noiaris, sempre in leggera discesa, si giungerà nella piazzetta del paese per poi continuare verso Priola. Da Priola prenderemo la vecchia strada, in leggera salita, sul versante boschivo; vedremo panorami favolosi e prati di rara bellezza, arriveremo, quindi alla Baita da Rico (Punto di partenza e di ristoro con alloggio). Distanza: 32,50 Km Dislivello: 1192 m Diffi coltà: facile-medio