Lista Guide Lista Guide

Itinerari

Ecco elencati alcuni itinerari messi a disposizione dai nostri affiliati per sperimentare nuovi percorsi, tracce, viaggi e tours nel Bel Paese con la nostra amata mountain bike.

A partire da 15 Euro
Francigena:dove il tempo si e' fermato

Francigena:dove il tempo si e' fermato

Ripercorriamo come i pellegrini, un tratto della via Francigena in Toscana precisamente nelle province di Lucca e Firenze su strade bianche ,argini e sui tratti piu' difficili asfalto .Pedaliamo tra strutture di accoglienza medioevali ancora intatte , strade con il selciato originale del periodo, passaggi in mezzo alla natura incontaminata dove c'e' la stazione di posta con il cippo millenario e costeggiando il fiume Usciana arriviamo al ponte di Cappiano . Progettato da Leonardo da Vinci ,per utilizzare le acque del fiume attraverso le chiuse e' stato conteso a lungo tra Fiorentini e Lucchesi per la sua posizione strategica e infine un passaggio vicino a una delle Aree umide piu' grandi d'Europa , Il padule di Fucecchio.Una escursione fra natura e storia che fa' capire conoscere meglio le difficolta' di spostamento del tempo.

A partire da 15 Euro
Cicloescursione urbana nella Storia

Cicloescursione urbana nella Storia

Cicloescursione urbana nella Storia : Visitare Lucca in bicicletta, più di un trekking urbano, offre la possibilità di visitare agevolmente i più importanti monumenti della città, le piazze più suggestive e di godere scorci e panorami difficilmente apprezzabili in così poco tempo.Inoltre, vista la densità di siti di interesse l'idea è quella di proporre un percorso "tipo" che possa toccare i luoghi più interessanti ma , vista la facilità dell'escursione sono possibili innumerevoli "deviazioni" e variazioni per poter venire incontro ai desideri di tutti i partecipanti. Lontani dal classico turismo mordi e fuggi pedaliamo per vie alternative e nascoste che soltanto chi la vive conosce .Partenza da piazza s.Maria direzione Piazza S.Frediano con l'omonima chiesa e il suo mosaico della fine del XIII secolo posto sulla facciata, poi in Piazza dell'Anfiteatro che deve il suo nome al fatto che sorge sulle rovine dell'anfiteatro romano e ne mantiene inalterata la forma. Poche pedalate per le strette vie dietro Piazza dell'Anfiteatro e si scorge uno dei simboli della città di Lucca,conosciuto in tutto il mondo che caratterizza lo skyline della città per la sua particolarità; stiamo parlando della Torre Guinigi con la sua alberatura che lo fanno un monumento unico .Quindi andiamo avanti nel tour per vicoli ,piazze monumenti storici e culturali ...insomma una citta' da visitare e scoprire a misura di bicicletta

A partire da 15 Euro
Un'oasi naturalistica senza eguali: il Padule

Un'oasi naturalistica senza eguali: il Padule

Liberta' e silenzio : questa e' la parola d'ordine . Partiamo dalla piazza centrale di Chiesina Uzzanese dove in un angolo vediamo lo Xenodochio , luogo di ristoro per i pellegrini, su una delle varianti della via Francigena. Lungo l'argine del fiume Pescia attraversiamo Ponte Buggianese e passiamo davanti al Santuario della Madonna del Buon Consiglio visitabile per vedere gli affreschi di Pietro Annigoni riconosciuta dal ministero dei beni culturali come chiesa di interesse artistico.Continuiamo e ci inoltriamo fino nel Padule di Fucecchio, area umida ,nota fin dai tempi dei Romani . Pedalando per sentieri , su ponti e lungo strade bianche con davanti a noi il panorama delle colline del Montalbano e suoi Borghi ci immergiamo in un silenzio interrotto solamente dal rumore del vento e dalle voci degli animali che ne hanno fatto il loro habitat. Arrivati all'osservatorio facciamo una sosta a osservare nello specchio d'acqua antistante le numerose specie di volatili.Da li' su richiesta e se disponibile e ' possibile passando dall'antico porto delle Morette andare al centro visita del Padule. Facciamo ritorno per la strada gia' percorsa ma invece che tornare verso casa giriamo a sinistra passando davanti al Grande lago andiamo alla struttura in mattoni della Tabaccaia del prato grande, sigaraia , dimessa a testimonianza di una grande e fiorente attivita' del passato . Attraverso strade asfaltate o sentieri arriviamo all'inbocco dello sterrato che ci portera' di laghetto di Sibolla ,sito di interesse comunitario ;qui' e' possibile vedere fiori e piante d'acqua, essenze arboree sopravissute alle Ere Glaciali e ai mutamenti climatici delle ultime centinaia di migliaia di anni, una vera finestra sulla storia naturale di questa zona umida che rappresenta il piu'integro e importante Biotipo palustre della Toscana.L'escursione terminera' con il ritorno a Chiesina Uzzanese.